WANTED!

bb23316493f92c1d9d55ae5aeaed7e25.jpgDove sono adesso i declamatori delle ronde padane? I cacciatori di taglie leghisti? Dove sono, ora che un gruppo di giovani della Verona “bene” (figuriamoci quella “male” che deve essere!) ha ammazzato di botte un cittadino italiano, perché, forse, diverso da loro nel modo di vestirsi o di pensare? Venite fuori allo scoperto adesso, e abbiate il coraggio di difendere le vostre idee razziste anche contro questi stessi ragazzi veronesi (due dei quali sono tutt’ora latitanti)! Se fossero stati cittadini rumeni o albanesi a quest’ora li avreste già fatti penzolare dal palo più alto, esposti al pubblico ludibrio.

Un consiglio, infine, avrei per coloro che dovranno giudicare questi schifosi vigliacchi: piuttosto che rinchiuderli dietro le sbarre, e magari scarcerarli per buona condotta dopo pochi giorni (in fondo fanno sempre parte della Verona “bene”), mandateli, invece, a sfogare l’odio razziale in Afghanistan, o in Iraq! Lì potranno finalmente massacrare “sporchi infedeli” e “baluba col turbante” a volontà. E magari finire per lasciarci le penne!

P.S.: Fini ha affermato che i fatti di Verona sono meno gravi di quanto accaduto alla Fiera del Libro. Un invito per tutti: la prossima volta, anziché contestare Fini con striscioni e slogan, prendetelo a botte! Vi sarà riconoscente!

Ecco i 4 punti che mostrano come l’affermazione del neo-eletto presidente della Camera dei Deputati sia, permettetemi il “francesismo”, un’emerita stronzata: 

 

1. Bruciare la bandiera di uno stato straniero non è reato. Uccidere una  persona sì.

2. Le contestazioni contro lo stato di Israele nascono dalla critica nei confronti della sua politica estera. I nazisti di Verona hanno ammazzato un giovane senza alcuna ragione, eccezion fatta per l’odio razziale.

3.   La protesta, portata avanti da uno sparuto manipolo di cittadini italiani, è diretta contro uno stato sovrano, Israele, assai più forte e in grado di sapersi difendere egregiamente dalle critiche mossegli (inoltre, tali cittadini difendono le ragioni di un popolo, quello palestinese, molto più debole di quello israeliano). L’attacco da parte del gruppo di Verona è stato, invece, mosso ai danni di una persona inerme e più debole, per giunta con uno spiegamento di forze impari (erano infatti in 5 contro 1).

4.  C’è chi accusa i contestatori di Torino di antisemitismo, mentre è risaputo come i nazisti siano sempre stati grandi amici degli ebrei (!).

WANTED!ultima modifica: 2008-05-05T19:30:00+00:00da iagodalbuio
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “WANTED!

  1. rimango basito da quello che hai scritto, soprattutto l’ultimo punto…non ho capito se era una battuta o no, cmq di pessimo gusto…chi sarebbe il nazista? Cmq trasuda una netta contrarietà ad Israele, a tutto ciò che sta sopra al Po, a chi non la pensa come te: da te mi aspettavo argomentazioni più valide. ciao

  2. I nazisti sono, come si evince chiaramente dal post, coloro che compiono questi efferati atti di violenza ai danni della persona, che poi rappresentano, tra l’altro il vero pericolo per il nostro paese. Mi spiace tu abbia frainteso.

  3. Visto cosa succede quando si sottovaluta la violenza contro l’essere umano? Si finisce prima o poi per autorizzarla o scatenarla.

    Non avevo dubbi che tu fossi interista! Chissà perché, ma tutti quelli che mi stanno sulle balle tifano Inter 😉

  4. Fu una rissa e l’avete pubblicizzata e strumentalizzata.Non si capisce perchè tirate sempre in ballo il nazismo,quando furono i comunisti anche negli anni delle battaglie ideologiche ad uccidere per primi.I vostri ragionamenti sono ridicoli.

Lascia un commento