Due “Marchi”, due misure?

Qualche tempo fa Marco A., ubriaco alla guida del suo furgone, travolse, stroncandole, 4 giovani vite. In primo grado fu riconosciuto colpevole di omicidio colposo plurimo e subì la condanna esemplare a 6 anni e mezzo di reclusione. La pena, che reputo congrua, data l’entità del crimine commesso, raramente si vede comminata nelle aule dei tribunali italiani per reati di … Continua a leggere